CONN/Provider=SQLOLEDB.1;User ID=stefanoveratti;Data Source=ND18\SQLEXPRESS;Use Procedure for Prepare=1;Auto Translate=True;Packet Size=4096;Workstation ID=ND18;Use Encryption for Data=False;Tag with column collation when possible=False;/

profilo   galleria   fotografie   frammenti di viaggio   contattami

>> 2013 E' Viazz - itinerario collettivo del Circolo ...

 

<< 2002 nordeuropa

 

GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
26/07/2002   Bologna # Chiasso # Basel # Freiburg

Si ricomincia, un viaggio intorno all’Europa ed intorno a me stesso Prima tappa di acclimatamento nella ormai nota Freiburg, non prima di avere percorso gli ormai noti 650 km attraverso la troppo ordinata Svizzera, dove un improbabile soggetto sedicente fiorentino mi ha chiesto in prestito 100 euro, con la promessa di una restituzione per posta! Ho ceduto? Certo che no! Arrivo a Freiburg direttamente alla Summer Festa al Max Planck Institute, dove si mangia (anche Brattwurst!) e si balla fino a notte fonda Alle 3:30 cedo, la giornata è stata un po’ lunga…


muro freiburg 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
27/07/2002   Freiburg # Oberried

Ennesimo ripasso di Freiburg, compresi i brattwurst In più si inserisce la sfilata dei gay su un nutrito gruppo di camion a mo’ di street rave parade La gente osserva senza scandalo apparente Il pomeriggio a scalare lo Schwarzwald sopra Oberried… di corsa Gara in salita con dislivello 500-1200 m per la bellezza di 8,750 km Vivo 47’01” di fatica mentale e fisica inumana Non sono abituato a queste corse lunghe, il mezzofondo è più piacevole Dopo un km di falsopiano ho realizzato che i successivi in pura salita sarebbero stati parte di una gara con me stesso più che con gli altri Compenso alla fatica la shirt dedicata, gli applausi a noi atleti sul percorso, il 52° posto (7° di categoria), lo sprint finale, la foto sudati e bagnati spolti e… l’agriturismo


sella freiburg 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
28/07/2002   Freiburg # Monte Feldberg # Haslach

Giornata per metà in mezzo alla natura! Non è da me! Lunga camminata (facile e che non richiedeva assolutamente l’abbigliamento da montagna che molti indigeni portavano) attraverso un lago e poi in cima ad un monte Di utile c’è il movimento post-gara e pre-pranzo Crepuscolo con la moto verso la parte opposta dello Schwarzwald, verso nord Approdo ad Haslach, micro paesino dove la luce ancora cala su di esso Festa paesana post-gara ciclistica Ogni scusa è buona per alimentare il palato Stessa scena a Freiburg nel laghetto vicino alla casa dove dimoro Festa di paese dove si trinca e si mangia


foglie&ombre haslach 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
29/07/2002   Freiburg # Frankfurt am Main

Dalla consueta Freiburg alle nuove città da scoprire Prima tappa è Frankfurt, vicino alla quale il mio Cavallo di Ferro decide di non segnare più i km percorsi… mi rompe assai, dato che non ho il segnalatore livello della benzina e mi si toglie la soddisfazione di vedere lo scorrere dei km attraverso il tempo e lo spazio Decido di sopportare, data la poca efficienza dei meccanici locali… (delusione!) L’ora del crepuscolo la investo a girare tra i grattacieli della Americana Frankfurt, intervallati da isole pedonali attrezzate con clienti diognicosa, voraci & festanti In riva al Main, dalla parte opposta, numerosi musei tuttichiusiallunedi sfoggiano il loro splendore (esterno) Lascio gli occhi sul Deutsches Filmmuseum e sul Deutsches Architekturmuseum


palazzi frankfurt 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
30/07/2002   Frankfurt # Marburg # Arolsen # Paderborg # Solingen

Saluto il motel di Frankfurt e mi dirigo a Marburg, città in salita (con ascensore) dotata di Castello & Chiese varie nonché di strade ripide con suolo di pietre Nel complesso carina Si continua per Arolsen, paesino con strada principale unica attrattiva e destinataria del commercio locale Poi Paderborg, dove unitamente alla fiera paesana si prepara la pioggia, che arriva a tratti, anzi direi che mi insegue La lunga cavalcata senza contakm (che rabbia!) continua verso Brema ma senza arrivarci (ancora) Sosta in un motel sulla strada dopo Solingen, corsa liberatoria di 40’ nella pista ciclabile, cibo tedesco nella gasthaus del motel aperta solo per me


fiore haslach 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
31/07/2002   Solingen # Bremen # Schwerin

Nuovo tour nelle zone anseatiche, prima tappa a Brema, molto solare e piena di lavori in corso Percorro le varie piazze seguendo i binari del tram Il centro pullula di gente, soprattutto nelle gallerie commerciali, onnipresenti anche qui Il fiume Werder impone la sua presenza delimitando la vecchia e la nuova città Mi sposto verso Schwerin, vale a dire sotto l’Ex-Est, intuibile in autostrada solo dalla scarsezza delle aree di servizio Schwerin anche sotto il diluvio che mi accoglie è molto suggestiva Torna uno pseudo sereno che mi accompagna per le strade e le abitazioni in parte rifatte in parte no Qualcosa dell’ex DDR si può intuire solo nelle case abbandonate ed in attesa di restauro… Le auto no, tutte moderne tranne qualche rara Trabant Tra il castello su un isolotto e l’arsenale dall’altra parte sembra di essere nel secolo xvii La quiete nelle strade è assai presente, tranne il passaggio di qualche buzzurro locale Inquadratura del giorno è la casa con quattro finestre nel retro della Puskin Strasse


riflesso bremen 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
01/08/2002   Schwerin # Wismar # Bad Doberan # Rostock # Warnemunde

Continua l’ispezione nella ex DDR, con poche tracce in verità Wismar è un bel paesone con la solita piazza dove vige il mercato, un porto semiabbandonato e le vie pedonali murate di negozi Bad Doberan la ritengo presuntuosamente un paesino utile solo per pranzare, mentre dalla Guida Verde noto che mi sono perso tutti i padiglioni neoclassici citati Rostock è una città universitaria, fornita anch’essa di isole pedonali per consumatori Il tardo pomeriggio mi porta a Warnemunde, paese sul Mar Baltico, che assaggio volentieri sia con i piedi (acqua fredda!) sia correndoci attorno, tra castelli di sabbia e nudisti belli & brutti Serata di passeggio degna delle migliori tradizioni della riviera romagnola, con temporale che rinfresca l’aria Osservo la spiaggia ed il mare alle 21:15, c’è ancora abbondante luce ed un rosaceo all’orizzonte, dono delle lievi nubi lì presenti Dietro la spiaggia si erge maestoso un padiglione (rimodellato credo negli anni ’60) con una bella forma a disco volante… Dentro? Ristorante e piano bar! Teniamoci la bella impressione esterna


bacio schwerin 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
02/08/2002   Warnemunde # Gedser # Sodertalje

Giornata molto intensa, anzi troppo… Provo a scorrerla passo per passo Dalla costa ex DDR di Warnemunde a quella danese di Gedser il passo è assai breve Cambia solo il tempo che da nuvoloso diventa molto piovoso, per poi risorgere in parte lungo il percorso La Danimarca si sorvola in fretta, lunghi rettilinei colorati dal grano da raccogliere fino al traghetto per la Svezia, anche troppo breve nel suo tragitto (pranzo interrotto!) Ad Helsingborg riconosco la Svezia sorvolata una decina di anni orsono Il lungo cammino per le sue lande isolate inizia e si dilunga per tutta la giornata… lunghi rettilinei con il famoso cielo nuvoloso ed appiattito tipico del Nord Europa, intervallato a tratti da righe di luce solare, comunque sempre viva e presente fino a tarda sera Varie soste di reintegro carburante al mezzo ed alla persona, poi… Passati circa 700 km il mio Cavallo di Ferro ha un sussulto crepuscolare in fase di sorpasso e si spegne dolorosamente in un rumore di ferraglie Eccomi fermo immobile, nel silenzio serale di un lungo rettilineo percorso ogni tanto da qualche mezzo di passaggio La malattia è seria, mi aiutano dapprima un Occasionale Viandante in SAAB, poi un volenteroso (e costoso, ma il Sacro Libretto E.T.I. mi libera da ogni spesa!!!) carro attrezzi, che mi porta in officina alle 23:00, dove la diagnosi dei 5 Dottori è g r a v e Scrivo questo alle 2 di notte dalla stanza del costosissimo hotel di Sodertalje (dove sono stato gentilmente depositato), aspettando il passare della notte per ragionarci sopra… vedremo! C’è aria di notevoli cambiamenti di programmi…


bmw grave 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
03/08/2002   Sodertalje # Stockholm

Scrivo dalla sala d’aspetto del traghetto che mi aspetta per il suolo finnico Giornata che ha sancito la fine (?!?) del mio Cavallo di Ferro, un danno troppo serio per potere provvedere in terra svedese Lui torna indietro in treno (spero!), io proseguo con borse da moto, zaino e Macchina Fotografica Adesso non mi rendo ancora conto di che cosa mi aspetta Non poter essere indipendente dal punto di vista del percorso da scegliere mi limiterà nell’Arte Fotografica? Ho trascorso l’intera mattinata per pratiche burocratiche di spedizione moto Uno spezzone del pomeriggio sono comunque riuscito a dedicarlo alla visita di Stoccolma, provvista per l’occasione di una luce notevole Non ricordo niente della visita dello scorso 1989! L’impressione sulla città rimane comunque stupenda, facilitata anche dall’azzurro + nuvole bianche + cielo ampio ma basso sempre presente qui a Nord Prendo il traghetto Una marea di gente, una cena sontuosa al buffet a base di pesce non pagata (non mi hanno visto entrare!) sanciscono la fine della giornata Quelle che seguiranno saranno cadenzate dagli orari di treni, autobus, aerei, ecc. ecc. … bah!


piazza stockholm 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
04/08/2002   Turku # Tampere # Myllymaki

Notte in traghetto a dormire sdraiato sul pavimento, seguendo uno stile ormai consolidato Arrivo in Finlandia senza due ruote 16 anni dopo il primo sbarco Il treno mi porta a Tampere, che riesco a riconoscere in parte solo per la strada principale Il resto mi sembra una novità, sia per la piazza principale, sbragata per preparare un parcheggio sotterraneo, sia per la zona universitaria, con palazzi e strutture imponenti di inizio anni ’60 Significativa l’escursione termica dalla sera alla mattina: dai 30° ai 16°! Mentre percorro in treno la tratta verso Myllymaki continuo a pensare alla perdita delle sensazioni di vivere il percorso che la moto ti fornisce… Arrivo tardo pomeridiano a Myllymaki, bella luce non sfruttata Approdo dagli amici con abitazione lignea autocostruita (bene) nel bosco Molto legno, sauna, stufa gigante: tutto pronto per affrontare l’inverno Intanto mi godo la luce che non accenna a diminuire del tutto Alle 23 ancora è abbastanza chiaro!


camminando tra le nuvole tampere 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
05/08/2002   Myllymaki # Ahtari

La natura regna sovrana in questi posti dotati di Lunghi Rettilinei, Grandi Boschi, Montagne di Torba e qualche Sparuta Abitazione di quando in quando La visita di Ahtari si risolve nel supermercato locale e nella perlustrazione delle scarne abitazioni, a cui si aggiunge l’attento esame di una cartiera in disuso nelle vicinanze Pomeriggio di visita ai Lunghi Rettilinei, al termine dei quali si aggiungono nuovi Lunghi Rettilinei (sperimentati con la Vespa PE200 con targa Suomi) Infine corsetta distensiva (si fa per dire, i polpacci risentono della corsa in spiaggia a Warnemunde) lungo un Altro Rettilineo La forma c’è ancora!


flora sonora ahtari 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
06/08/2002   Myllymaki # Alavus # Seinajoki

Con l’ausilio di un Kawasaki z440 mi dirigo verso Est, in zona Alvar Aalto Le strade pullulano di silenzio, qualche rara auto che sorpassa ordinatamente Alaves è un paesino, niente di rilevante da segnalare se non una specie di costruzione in legno dove forse di sera si vendono piccole porcherie gastronomiche e soprattutto fiumi di birra Seinajoki ha il suo fulcro nelle opere di Alvar Aalto Alto e bianco campanile con orologio, complesso civico con biblioteca, teatro, municipio, tutti corredati con suppellettili di design per la maggior parte da lui ideate Non pensavo che tale struttura fosse così sconosciuta alle guide e manuali italici!


sognando seinajoki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
07/08/2002   Jyvaskyla

Tappa unica verso una delle roccaforti di Alvar Aalto, dove le sue tracce sono ancora evidenti, anche se qualcosa è stato fagocitato dal Nuovo Che Avanza (sotto forma di galleria commerciale… è il caso del Circolo del Lavoratori, rovinato al pianterreno da porte ed infissi orribili di un ristorante piano bar) Nel museo a lui dedicato si trovano mobili, sedie e lampade ormai familiari qui nel Nord, che hanno anche il pregio di essere funzionali Il resto della città non è niente di speciale, ad eccezione dell’Università (che visiterò successivamente), solo grandi lavori in zona stazione per rimodernarla a dovere


lunapark seinajoki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
08/08/2002   Multia # Keuru # Manttia # Kolho

Visita nella zona in cui mi trovo da qualche giorno Multia me la impressiono per il ravintola - hotelli chiuso ma pur sempre presente nel micropaesino Keuru per l’unica strada maestra dotata di centri commerciali ed un bus a due piani a riposo riciclato a grill house Mantta per il suo strano centro con strada maestra perpendicolare alla ferrovia Kolho per la micro stazione ferroviaria senza passeggeri ma con dei bei treni merci in attesa Si chiude la serata con la visione (già piacevolmente invadente dalle sere passate) dei Campionati Europei di Atletica Munchen 2002, intervallati da adeguato allenamento tra le radure finniche


multia 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
09/08/2002   Virrat # Tuuri

Ricognizione dei dintorni dapprima a Virrat, dove assaggio la prima pioggerellina finnica senza danni (sarà l’unica in tutta la Finlandia!) Il paese non è degno di nota, tranne la biblioteca pubblica (onnipresente in ogni centro urbano) Più interessante la stazione quasi inattiva di Tuuri, dove staziona immobile una vecchia locomotiva e nelle immediate vicinanze resistono i resti di un ristorante dismesso, con un cassonetto antistante carico di cianfrusaglie, dal quale estraggo magicamente una Mont Blanc! Ho fatto giornata


scuola virrat 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
10/08/2002   Lehtimaki # Alajarvi # Vimpeli # Lappajarvi # Kuortane

Esplorazioni lacustri a Nord di Myllymaki A Lehtimaki mi fisso sul distributore dismesso in area dismessa Ad Alajarvi sul mini mercato e sul lago locale A Lappajarvi sul lago di origine meteorica e sulla vittoria italiana nella maratona femminile A Kuortane sulle numerose banche chiuse (e sui numerosi individui che vanno in continuazione al bancomat, questo l’ho notato ovunque! Denaro, che bisogno!) e sull’Ennesimo Lago Intramezzati a questi paesi km interminabili di natura pianeggiante, con aceri, betulle, distese di grano, case rosse, trattori, saliscendi, strade sterrate, gente che ti sorpassa con ordine… Questa è la Ostrobotnia (Finlandia Centrale)…


nuvole alajarvi 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
11/08/2002   Myllymaki # Zoo di Ahatari

Domenica all’insegna della natura! Visita allo zoo locale in bicicletta (altro mezzo di locomozione di questo viaggio) con animali finora visti in gran parte nelle figure delle enciclopedie Mi gustano la lince - bel felino - il lupo ed il procione Al crepuscolo un bello e fresco bagno in un Ennesimo Lago, dopo una corsa propedeutica Lago dotato di sabbia, panorama che mi ricorda le valli di Comacchio, acqua bassa ma nera nei fondali, tramonto da cartolina ma verace Finiscono gli Europei di Atletica, da domani mancherà qualcosa…


banchina lappajarvi 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
12/08/2002   Parkano # Pori # Kristinestad # Vaasa

Maratona di km in Kawasaki lungo la costa occidentale, quella di lingua svedese Km di distese di asfalto con contorno nutrito di natura ai lati, inframezzati da cittadine popolate ogni tanto da umani… Posto di ristoro a Parkano, dove trovo una Mazda anni ’60 senza targa Poi Pori, famosa per i concerti jazz, abbastanza viva nel centro pedonalizzato, muta lungo il fiume Poi Kristinestad, più blasonata dalla guida che da un’impressione reale Alla sera arrivo a Vaasa, dove fatico a trovare il centro storico Quando realizzo che le pendici storiche sono sparse qua e là riesco a scoprire meglio la città, arredata da bella architettura fine ‘800 e da un bel museo di arte moderna Persone: poche!


distributore1 finlandia 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
13/08/2002   Vaasa # Bjorkoby # Jakobstad # Kokkola # Vimpeli

Mattino velato nel’isola sopra Vaasa animata da soli pescatori, poi il lungo percorso verso Jakobstad, fornita della consueta isola pedonale e torre d’osservazione, per finire a Kokkola, con un bel distributore Shell che ricalca gli anni ’50 ed un centro… con la via pedonalizzata e niente più Nel mezzo i soliti km tra il verde, l’oro del grano, il rosso delle case e della Stazione Esso di Vimpeli, dotata di vecchie suppellettili, vecchi gestori, belle sedie ed un dòmino israeliano di legno, che mi aggiudico per pochi euro


onda athari 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
14/08/2002   Seinajoki # Myllymaki

Ripasso più accurato delle opere di Alvar Aalto a Seinajoki, con visione dall’alto della bianca torre della bianca chiesa munita di quattro orologi Il bianco domina all’esterno anche se il cielo velato non dà la stessa impressione delle Nuvole in Viaggio (toh! Ho citato il Grande Kaurismaki!) della volta precedente Pomeriggio concluso in piscina con immersioni finali rapide ma ripetute nella fresca vasca a 4°, che (dopo) tonifica corpo & mente Finale di giornata nell’isolatissimo cottage di Myllymaki, immersione di pura natura con traversata dell’Ennesimo Lago in barca a remi Il piacevole rumore del Silenzio, una classica sauna finlandese con bagno intermedio nel lago, cena gustosa al fuoco del camino nell’ospitale baracca (tutt’altro che tale)


grata athari 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
15/08/2002   Karstula # Pyka-Hakki National Park

Perlustrazione della zona Nord Est della nostra dimora di Myllymaki Km di foreste e campi, poi Karstula, tre supermercati nell’arco di trecento metri, qualche negozio di vecchia data ancora in piedi Lungo il percorso di ritorno ci si imbatte nel Pyka-Hakki, parco nazionale con foresta non intaccata dall’uomo, diversamente dalle altre qui in Finland All’interno albero secolare del 1500! Fa un po’ impressione pensare che ne ha viste tante Serata all’Ennesimo Lago vicino a Myllymaki, con splendida Mezza Luna Semidipinta che si distende sopra le calme acque, circondate da una catturante dominante violetta del cielo, veramente notevole Starei lì delle ore, è il primo serio dialogo con la Luna che intrattengo dalla partenza, l’avevo lasciata sui tetti di casa mia Il silenzio completa l’opera


foresta finlandese 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
16/08/2002   Jyvaskyla # Muuratsalo # Saynatsalo # Keuru

Ancora sulle tracce di Alvar Aalto Dapprima a Muuratsalo e Saynatsalo, rispettivamente nella sua residenza sperimentale estiva in riva all’Ennesimo Lago e nel municipio del paese Poi nella vicina Jyvaskyla, parte del complesso universitario che si dispone sopra i suoi due musei all’entrata della città Ritorno per Keuru, dove la Gioventù Locale si applica in giri standardizzati da una rotonda all’altra della strada principale (oltre ad affollare il bancomat!) Foto di gruppo con ragazzi incontrati in una sperduta radura dove sorge una specie di edificio per concerti, sport e cucina, ad uso della gioventù ivi abitante


schieramenti athari 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
17/08/2002   Tuuri # Myllymaki

Giornata quasi esclusivamente dedicata agli acquisti di posate e bicchieri made in Finland dal popolare (per i Finlandesi) Késkinen, che ha installato un gigante centro commerciale con imponente ferro di cavallo all’entrata e vastissimi spazi per la folta folla Pranzo commerciale in mezzo ai Finnici, con self service abbondante Conclusione fotografica nel villaggio finto far west di Ahtari, tra i legni di un fastoso passato ed un desolato presente, abbandonato a se stesso La bella luce crepuscolare aiuta a renderlo decoroso, perlomeno alla mia pupilla fotografica


lehtimaki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
18/08/2002   Myllymaki # Ahtari # Parkano #Helsinki

Ultime visioni di Myllymaki, ivi compresa la deserta stazione ferroviaria venduta ad un beota del paese che si diletta a raccattare Mercedes ed a lasciarle morire in giardino Poi esame della zona residenziale di Ahtari, dove le scuole, le biblioteche e le piste di atletica vivono nella calma più assoluta Infine treno per Helsinki, partendo dalla sperduta ma affollata stazione di Parkano L’arrivo in città è al crepuscolo, qualche dominante porpora sopra di noi, poi la notte trascorsa a perlustrare il centro, alla ricerca dei ricordi del 1986 (ultima visita) e di qualche sito mangereccio che non sfolli dopo l’ora di “prima serata”


labbra in vetrina helsinki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
19/08/2002   Helsinki

Giornata calda e con luce gustosa per esplorare Helsinki Al mattino nella zona Nord Ovest, tra chiese nel granito e padiglioni fieristici (non belli) di Alvar Aalto Al meriggio nella zona Sud, a contatto del mare e del mercato coperto Al pomeriggio tra Sud ed Est, con puntate al mercato delle pulci, stazione marittima dei tempi olimpici, automobili schiacciate per sbaglio dal caterpillar, begli edifici dei primi del ‘900 con ottime e luminose vetrate e luci diffuse Termino con la Luna che mi sale dalla finestra dell’hostel, è quasi piena, chiude la giornata


porto helsinki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
20/08/2002   Helsinki # Tallinn

Mattinata olimpica tra visita allo stadio di Helsinki 1952 (con entrata e visione della pista di atletica dal vivo), visione e calpestio della piscina, forse olimpica, forse no, non si è capito Venti minuti di nuoto tra teste di Finnici fuori dall’acqua: non sanno nuotare che a testa alta Poi l’espatrio dalla U.E. e l’arrivo in Estonia, altro Paese altro Mondo A tratti ricorda una Finlandia più povera, a tratti la Russia che ho già visitato Case di legno, nuovi edifici abnormi, un cuore medievale dove si sta lentamente solidificando il vuoto benessere europeo Alla base della città un terribile monolite sovietico che prende il nome di albergo, talmente prepotente da timbrare inesorabilmente il panorama dall’alto della zona medievale Negozi di moda, ristoranti per turisti, auto da papponi, anche se alla prima impressione sembra che ci siano rimaste peculiarità estoni da verificare


palazzo helsinki 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
21/08/2002   Tallinn

Girata in lungo e in largo Prima nella parte intramuraria, con lavori di ristrutturazione soprattutto nella parte alta Poi nel quartiere russo, assai povero ma decoroso Poi di nuovo vicino alle mura ma esternamente a curiosare in un gigante magazzino industriale, datato 1904, completamente incendiato all’interno Poi un ultimo giro nelle stradine deserte intramura a ricercare motivi di colore regalati dal crepuscolo La sera nel centro a rifocillarsi, sempre raggiungendo le mete con il silenzioso/chiassoso tram, che dopo il passaggio usa far sibilare le rotaie A letto non senza osservare la Luna dietro l’albergo ex sovietico


ombre in scala tallinn 2002


GERMANIA- FINLANDIA - ESTONIA # 26 vii- 23 viii
22/08/2002   Tallinn # Nomme # Helsinki

Giornata divisa in tre settori Tallinn è un ripasso del mercato dove i Russi vendono l’impossibile come a Mosca Il treno elettrico ci porta a Nomme, attraverso lande di garages e fabbricati dismessi L’ambiente signorile da casa di vacanza degli abitanti di Tallinn si avverte molto, grazie alle belle case ordinate e tranquille disposte ortogonalmente Ancora treno elettrico, poi pasticceria caffè di fine ‘800 a Tallinn, quindi catamarano per Helsinki I miei compagni di cordata continuano in Estonia, io devo porre fine al mio viaggio! La luce è ottima anche in Finlandia Mangio paella al salmone nel mercato all’aperto, poi comincia l’inglorioso ritorno in aereo…


vetrina tallinn 2002


torna su