CONN/Provider=SQLOLEDB.1;User ID=stefanoveratti;Data Source=ND18\SQLEXPRESS;Use Procedure for Prepare=1;Auto Translate=True;Packet Size=4096;Workstation ID=ND18;Use Encryption for Data=False;Tag with column collation when possible=False;/

profilo   galleria   fotografie   frammenti di viaggio   contattami

>> 2013 E' Viazz - itinerario collettivo del Circolo ...

 

<< 2009 maggio catalunya

 

Catalunya # 23 v- 2 vi
23/05/2009   Bologna # Stradella # Ventimiglia # Nizza # Salon de Provence # Arles # Vendargues

Riprendo la moto (nuova/usata) dopo il triste epilogo dell'estate scorsa a Danzica. Meta la Catalunya. L'incipiente caldo pre estivo fa da cornice al viaggio, che fisso in due tappe. Lungo il percorso nulla di rilevante da segnalare, anche se il piacere di stare alla guida ed osservare il paesaggio scorrere attorno è sempre gradito. Gli unici scatti del giorno avvengono nella titolata Camargue, dove due bei cartelli di STOP! e passaggio treno mi attirano, anche perchè ritratti in ora pre crepuscolare e ventosa. Trovo alloggio all'hotel restaurant “Les Chataigniers”, sulla RN 113 direzione Montpellier, località Vendargues. Trota ed insalata mi recano soddisfazione.


cadaques riflessa 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
24/05/2009   Vendargues # Perpignan # ==> ESPANA Cadaqués # Figueras # Gerona # Badalona

Attraversamento franco ispanico tutto catalano. Raggiungo con un percorso spesso nuvoloso Perpignan. Interessante. Quartieri multietnici. Caldo primaverile quasi estivo. La città è sicuramente catalana. Il meriggio mi vede partire alla volta della frontiera ispanica, meta Cadaqués, che la Guida descrive come cittadina dai fasti antichi, anche se ora è vittima del turismo natante. Ed infatti così è, anche se la visita è piacevole ed assolata. Spiagge assiepate, centro (sul promontorio) quasi deserto. Quasi tutta la costa, percorsa su una strada panoramica, è popolata da pueblos del genere. Poi scendo a valle, direzione Badalona, raggiunta tra mille piccole stazioni marittime sulla costa Brava. Domenica balneare e molti catalani in giro!


passaggio cadaques 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
25/05/2009   Badalona # Barcelona # Badalona

Badalona grigia non me l'aspettavo in questo clima di estate incipiente. Il primo fondo medio catalano, 35' lungo il mare della costa Brava, mi riconcilia con il gesto atletico, in attesa del rientro agonistico, agognato dal settembre 2007. Ed ecco arrivare il sole, giusto in tempo per dirigersi verso Barcelona, Avenida Diagonàl, con perlustrazione alle annesse strade intorno. Molti negozi, nulla di rilevante. Ma la luce è buona. Ne approfitto anche per ripassare le strade ortogonali di Barcelona subito adiacenti al mare ed alla ferrovia. Vedremo cosa riferirà la pellicola.


sequenza barcelona 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
26/05/2009   Badalona #Vic # Badalona

Primo assaggio marino (in esclusiva il primo dell'anno!) qui a Badalona. L'acqua entrando è gelida poi diviene piacevole. Il sole proditoriamente mi brucia i polpacci, indenni da creme protettive. Poca gente, bel mare, tre ore più che sufficienti! Meta del pomeriggio Vic, degna di nota secondo l'ineffabile Guida TCI. Per raggiungerla una bella superstrada in salita, che parte da Matarò. Purtroppo lassù appena parcheggio il sole mi saluta, le nubi chiedono spazio. E ne lasciano poco alla mia pellicola. La città comunque merita il giro. Rientro in zona soleggiata, appena iniziata la discesa verso Matarò, e ritorno a Badalona. Lungo il viaggio di ritorno avevo già deliberato di allenarmi, di nuovo sulla riva badalonese... un intervall training (in gergo tecnico) salutare e propedeutico al rientro agonostico...


corsa vic 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
27/05/2009   Badalona # Gerona # Badalona

Il sole dapprima timido poi dirompente è degno compare di viaggio verso Gerona. Città medievale, ancora intatta in molte sue parti, è molto accogliente. Mi rimangono impresse le piazzette nascoste che si incontrano percorrendola negli angoli più deserti, il Museo del Cinema (anche se non visitato), le case dalle varie geometrie lungo il fiume che divide la città. Dietro ogni piccolo vicolo si ritrova qualcosa di imponente, tra cattedrale, chiese, università, vecchi palazzi. Il tutto un po' in salita ed un po' in discesa. Facendo finta che il calcio sia ancora uno sport (ma bisogna illudersi profondamente) al ritorno l'evento serale è la vittoria del Barça sul Manchester United nella Coppa dei Campioni. Almeno vendica l'eliminazione della mia Inter da parte degli inglesi. L'atmosfera è identica a quella che si vive nel Belpaese allorquando vince la squadra del cuore... clacson e petardi... ma senza esagerazione. Lo spirito catalano si sente. Eccome.


acquerello gerona 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
28/05/2009   Badalona # Barcelona ==> Barri de Sant Pere # Barri de la Ribera # Barceloneta # Badalona

Giovedi bifronte: mattino balneare a Badalona, pomeriggio nei barri barcelonesi. Il sole marittimo mi brucia la parte rimasta illesa due giorni orsono: così sono rosolato da ambo i lati. Ogni tanto (a piccole dosi) ci vuole. La visita prima al Barri de Sant Pere e poi al Barri de la Ribera mi rivela angoli insoliti, deturistici, uniti ad altri più visitati da gente di ogni dove. Percorro le vie quasi ortogonali dei due quartieri, intravedo bar nascosti frequentati solo da indigeni. Poi arrivo alle soglie di Barceloneta, il nuovo unito al vecchio. Ritorno verso Plaça de Catalunya, giusto in tempo per vedere i tifosi del Barça in attesa dei loro beniamini, in arrivo da Roma con tre coppe tre! L'evento è vissuto con particolare intensità in tutta la Catalunya. Mentre scrivo allo stadio Sarrìa c'é la proclamazione dei vincitori davanti ad un pubblico entusiasta. Il calcio... sport ormai falso con momenti di intensità vera...


meridiana e parallele gerona 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
29/05/2009   Badalona # Vilafranca del Penedès # Martorell # Badalona

Oggi destinazione entroterra catalano. Non facile il passaggio attraverso un reticolo di autovie in Barcelona, essendo la meta Vilafranca del Penedès, “città libera capoluogo dell'Alt Penedès”, come insegna la Verde. Le origini e la sua economia vinicola si mostrano chiaramente, e pure il centro cittadino ha qualcosa di interessante, tra cui continue piazzette che si aprono dopo strade strette o larghe. La carretera n° 340 (buon tempo sui 1500) è assai gradevole, con continui saliscendi e panorami verdi e rossastri. Seconda tappa, consultata la cartina, è Martorell, un po' più a nord est di Vilafranca. Deludente. Mancanza di centro storico, solo negozi, case bruttine, si salva solo un vecchio silo per il grano. Meglio rientrare. Sorpresa negativa il traffico colossale nella tangenziale di Barcelona. La BMW fatica a destreggiarsi tra le file continue ed interminabili di coches. Fatica portare i suoi 270 kg ed i due passeggeri! Ma alla fine arriviamo a Badalona, giusto in tempo per approfittare degli ultimi attimi di luce crepuscolare.


favole lleida 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
30/05/2009   Badalona # LLeida # Tàrrega # Badalona

Nuova puntata nell'entroterra catalano. Meta Lleida (Lèrida). Riesco nuovamente a perdermi nel reticolo di Barcelona, tra una Gran Via percorsa ed una periferica sbagliata. L'orientamento ormai consolidato mi assiste e faccio in modo (senza cartina!) di districarmi e trovare la via per Lleida. Strada panoramica, di nuovo assetto, anche se come tutte le autovie non entra nel tessuto connettivo dei paesi, ma li sorvola. Lleida si propone su un irto colle, con la forte fortezza lassù in cima. Nelll'ora della comida la città è viva, sopratttutto nelle sue vie commerciali, la piazza sotto lavori in corso è comunque popolata. Passato il passeggio, mi inoltro nelle vie alte. Trovo zone popolate da indigeni (ormai sono tali anche i sudamericani e gli africani). Il post meriggio vede la città deserta dove prima pullulava. Vengo redarguito da una parrucchiera che non gradiisce la ripresa della sua insegna “Due”... che tema lo spionaggio industriale? addirittura vuole chiamare la Policia... non le sto a spiegare che mi piaceva la grafica dell'insegna... Qualche altro scatto e riprendo il cammino con le due ruote. Riesco a ribattere le indicazioni continue per l'autovia ed approvo nella N 11, che mi porta attraverso paesini ancora di vecchio stampo. Tàrrega, nonostante i lavori in corso lungo il corso, merita perché ha diversi angoli interessanti ed una festa in preparazione. Poi riprendo la N 11, costeggio altri paesini e l'autovia, che a metà percorso mi fagocita e mi riporta a Badalona.


alberi badalona 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
31/05/2009   Badalona

Intera domenica in Badalona. Buon allenamento a base di fondo medio per circa 45', tutti lungo la costa pullulante di bagnanti. La domenica è uguale per tutti! Un breve passeggio pomeridiano tra le ombre di sole badalonesi, poi l'esperienza cinematografica in spagnolo, “X men origines”, filmone americano di mutanti, con super effetti speciali. A suggellare la quasi fine della vacanza, ecco la pioggia serale. Vedremo domani quando inizierà l'iter del ritorno.


balconi badalona 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
01/06/2009   Badalona # Figueras # La Jonquera ==> FRA Le Boulou # Montpellier # Arles # Frejus

Inizia il ritorno, previsto in due tappe per diluire il migliaio di km e per dar modo all'occhio di non vedere solo autostrade. Saluto la Catalunya con una tappa a Figueras (senza andare da Dalì, già lo avevo fatto), dove non scorgo nulla di eccezionale, dato anche il dì di festa spagnolo (non ricordo perché). Attraverso il valico de La Jonquera approdo in Francia, Pirenei orientali. Breve sosta giusto per due scatti ed un caffé a Le Boulou, assai fiorita, poi alterno autostrada a strada statale, soprattutto nel tratto di Montpellier ed Aix en Provence, costeggiando la celeberrima Camargue ed avendo come soffitto un cielo assai nuvoloso ma non piangente. Rientro in autostrada e faccio tappa, data l'ora ed il nuvolo quasi pioggia, a Frejus, piena di resti romani, che mi assistono nella strada dall'albergo, decentrato, al desinare, in centro. Domani verificherò meglio.


pittura lleida 2009


Catalunya # 23 v- 2 vi
02/06/2009   Frejus # Esterel ==> ITALIA! Imperia # Broni # Casteggio# Piacenza # Bologna!

Strano effetto stare in Frejus. La sera appariva come un paese di montagna, forse complice anche un temporaneo calo della temperatura, mentre camminando ed esplorandola un po' eccola prospiciente al mare! Ed in effetti di giorno si dimostra pienamente marina, oltreché effettivamente piena di reperti romani. Proseguo nella strada nazionale N 7 attorno all'Esterel, massiccio che mi ricorda, assieme alle strade tortuose, il Tour de France. Poi a Cannes devo, per questioni di tempo, riprendere la monotona autostrada, con la quale valico il confine nostrano. Decido di trascorrere il meriggio ad Imperia, sotto un bel cielo azzurro, una temperatura estiva ed una fiera di libri nelle strade in pendenza dell'urbe. Bella cittadina, anche se senza particolari eclatanti. Attraverso la sua appendice San Maurizio (rivedo la fabbrica tuttora abbandonata dell'Olio Sasso!) e riprendo il cammino, a tratti sulla SS 1 Aurelia (interessante ma lenta, non ho abbastanza tempo!) poi definitivamente in autostrada fino al tratto che ormai conosco a memoria da Piacenza a Bologna, dove approdo dopo dodici giorni di viaggio. Ecco fatto Tremilatrecentosessantacinque km e centotrentaquattro diapositive attorno ad uno spicchio d'Europa Fine della Storia


volti lleida 2009


torna su